Mirabilandia in camper

Il parco di Mirabilandia è uno dei parchi più grandi e belli in Italia, quindi non starò a dilungarmi sulla sua descrizione, visto che potrai trovare altri mille siti e blog che ne parlano in modo dettagliato.

Ti racconterò la nostra esperienza e ti darò qualche consiglio.

Perché andare in camper a Mirabilandia? Perché hai gli stessi vantaggi del dormire nell’hotel del parco ad un prezzo molto più vantaggioso. Certo, sei in camper e non in un hotel, ma se sei sul mio blog, sai già qual è la differenza e hai già fatto la tua scelta.

Noi siamo arrivati il venerdì sera, in modo di essere già pronti per entrare all’apertura del parco (ore 10).

Consiglio di procurarvi il biglietto online, sul sito di Mirabilandia, che potrete stampare in anticipo o mantenere in versione elettronica. Non darà grandi vantaggi sulla fila, ma puoi avere uno sconto sulla tariffa, rispetto al biglietto fatto sul posto. Inoltre il biglietto è valido anche per il secondo giorno, basta registrarlo negli appositi desk, appena entrati o prima di uscire.

Entrare presto ti permette di fare le attrazioni più frequentate riducendo i tempi di attesa per la fila; esiste anche il biglietto fast track, ma noi non l’abbiamo fatto sapendo che saremmo stati una giornata intera, più metà di quella successiva e che questo ci dava la possibilità di trovare le attrazioni libere in alcune fasce orarie. Chiaramente l’orario peggiore per le code è dalle 12 alle 17 e considerando che Mirabilandia al sabato chiude alle 23 hai tempo per tantissimi giochi.

Per fare i giochi d’acqua però ci deve essere il sole, quindi meglio farli di giorno, o portarsi un kway, molto coprente, che vendono anche negli shops.

Noi siamo stati fortunati e abbiamo trovato due bellissime giornate di sole, i bambini erano in costume, in modo che potevano asciugarsi subito, visto che i giochi d’acqua sono stati quelli che ci sono piaciuti di più: acquaslash, il preferito, è la classica canoa da 4 posti che gira su uno scivolo ad acqua, con due discese veramente divertenti; sul Raratonga sei invece su una sorta di galeone con cannoni che sparano acqua, in cui devi colpire gli avversari da cui riceverai lo stesso trattamento, per cui il bagno è assicurato, infine nel l’eldorado falls sei su un grande vagone che si getta a tutta velocità per una grande discesa, proprio come una cascata.

Ci sono anche tantissime attrazioni super adrenaliniche, che noi non abbiamo fatto per motivi di età, e anche questi giochi hanno tanta fila.

Nello zaino io porto sempre dei panini, magari per il pranzo, poi per cena siamo andati in uno dei tanti locali che si trovano all’interno.

Da quest’anno (2019) è presente un’area nuova “Ducati world” tutta dedicata alle moto, con un’area al chiuso per le simulazioni.

Altra attrazione molto interessante è stato lo spettacolo all’hotwheels Arena, fatto di acrobazie di stunt-man e auto, moto e camion modificate e truccate come le macchinine della rispettiva marca. Lo spettacolo si tiene alle 16 e alle 21: abbiamo provato ad andare a quello delle 16, ma i posti sono limitati, quindi non siamo riusciti ad entrare; quindi siamo tornati alle 20.35 per lo spettacolo delle 21 e ci siamo seduti con molta calma e siamo riusciti a goderci lo spettacolo.

Per finire ci è piaciuto molto anche lo spettacolo di chiusura che abbiamo incontrato nella piazza d’ingresso, mentre stavamo uscendo, fatto di proiezioni e giochi di luci particolari sul laghetto e i classici fuochi d’artificio.

Che dire: torneremo sicuramente!

Lascia un commento